Ti ho amata per la tua voce

(backstage) Perdonatemi. Di solito uso il nostro Blog per condividere nel racconto un evento che si è svolto, mai ho sentito la necessità di un’anteprima anzi, di una brevissima anticipazione. Sarà il titolo, che insiste su quelle corde del cuore che ci trovano unite in questo progetto bislacco dell’imparare a memoria e del dire usando la…

Conversando di libri nei Caffè

Non nego il mio provare profonda tristezza entrando in Via Roma, attraverso vicoli di meraviglia: nelle passeggiate domenicali di anni fa lì trovavo voci, parole, amici… persone in cammino. Il bar Gelè era sempre gremito di gente desiderosa di dirsi, raccontarsi… innamorarsi. Voci, suoni, incontri non ci sono più… un grande silenzio e il caffè…

Ci hanno messo il Paese in capo

Siamo state per libri a Montegonzi, piccolo borgo nel Comune di Cavriglia. La rossa-Rossella, dolce bibliotecaria di Montevarchi, ci aveva proposto, con entusiasmo trattenuto e voce argentina (così come fa sempre lei) una “tournée” nel paesino della sua infanzia; poi, durante i giorni dell’attesa e della preparazione, ci aveva avvertito con garbo: “Non aspettatevi tanto… c’è…

Una giacca, un maglione, uno spolverino

25 novembre 2013 La parola pubblica. È una definizione che ho catturato ieri mentre ascoltavo gli interventi delle consigliere all’interno della riunione del Consiglio comunale di Firenze: eravamo state invitate come persone libro per testimoniare con le parole dei libri l’impegno che la Cultura ha nei confronti della violenza di genere che il 25 novembre…

La nostra Europa ha le ali

29 ottobre 2013 La Sala d’Arme di Palazzo Vecchio: un’inquadratura in fondo dove la finestra ritaglia un dettaglio superbo della colonna; le volte altissime e quell’essere lì ai lati di piazza Signoria. Le voci si perdono nell’amplificazione: sono già eco appena passano dal fiato al microfono; sento male le parole ma il silenzio che c’è…