La Storia siamo noi…

29 Aprile 2019. Incontro con i ragazzi della scuola media “Cesalpino”.

 Sono andati in onda in Tv, in questi giorni, servizi che rivelano profonda e inaccettabile ignoranza sulla ricorrenza del 25 aprile. Ma non generalizziamo. Come associazione Donne di carta, ogni anno, ci rechiamo nelle scuole dove proponiamo, sul tema della Liberazione, filmati, immagini, musiche, testimonianze, brani di letteratura, poesie e canzoni… E, quasi sempre, troviamo ragazzi e ragazze abbastanza informat*, ma comunque curiosi* e partecipi, grazie anche, immagino, al lavoro e alla sensibilità dei/delle loro insegnanti e delle loro famiglie. Utilizziamo, per questi interventi, un format, da noi realizzato, che avvicina gli accadimenti di allora al nostro territorio. Sentire i nomi di luoghi conosciuti (Civitella, Staggiano, San Polo, Vallucciole…), associare le intitolazioni delle scuole frequentate o delle strade, delle piazze e dei vicoletti della nostra città e dei nostri paesi ai/alle protagoniste di quegli avvenimenti, vedere la documentazione fotografica dei posti teatro di eccidi, i volti delle donne e degli uomini, sentire pronunciare i cognomi di famiglie e persone conosciute, alcune ancora in vita, rende la Storia vicina e reale, non astratta e lontana.

La Storia siamo noi. La Storia la facciamo noi con le nostre azioni, non solo quelle eroiche. La facciamo con la nostra memoria, con le nostre idee, con i nostri pensieri… Come scrive Italo Calvino ne Il sentiero dei nidi di ragno: “…ogni mio passo è storia… forse non farò cose importanti, ma la storia è fatta di piccoli gesti anonimi… Tutte le cose che farò saranno pezzetti storia, e tutti i pensieri che sto facendo adesso influiscono sulla mia storia di domani e sulla storia di domani del genere umano.” E noi persone libro dell’associazione Donne di carta siamo impegnate, prevalentemente attraverso la diffusione della lettura, ma anche aiutate da altri linguaggi, a preservare la memoria, per imparare a conoscere e interpretare il presente e, se possibile, per costruire consapevolmente il futuro. Non sempre è facile, ma ci proviamo… a far vivere la Storia e le nostre storie dentro la Storia.

“…anche quando avevamo libri a nostra disposizione…non abbiamo saputo trarre profitto da ciò che essi ci davano… Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti, nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo tu potrai rispondere loro: Noi ricordiamo. Ecco dove alla lunga avremo vinto noi.”

(da Fahrenheit 451 di Ray Bradbury).

Luciana Tartaglia

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...