La Carta dei Diritti della Lettura nella scuola……

Ormai da alcuni anni le cellule di Firenze e Pistoia collaborano a progetti in alcune scuole superiori, il Liceo  “Gianni Rodari” di Prato, l’Istituto Professionale ” Giulio Einaudi” di Pistoia e quest’anno il Liceo “Niccolò Forteguerri” di Pistoia. Tutte esperienze  cariche di emozioni pur nelle loro diversità caratterizzate dalla diversa età degli alunni, dal diverso impegno e rispondenza ai nostri stimoli  ma con due denominatori comuni : la riflessione sulla lettura intesa come ” lettura” del mondo circostante, di tutti i linguaggi che uniscono le multiculturialità, lettura che deve essere rivendicata come  diritto,  come è un diritto crescere, apprendere, aumentare le proprie conoscenze, avere le stesse eque possibilità di istruzione  e la riflessione sull’oralità come strumento di relazione, condivisione e  trasmissione di esperienze, conoscenze …. Naturalmente la nostra Carta dei Diritti della Lettura è stata il filo conduttore, i suoi articoli sono stati la guida per stimolare nelle/nei ragazze/i coinvolte/i riflessioni sui loro interessi nei  vari campi, musicale, letterario, artistico, sociale.

Nell’intervento di questo anno, svoltosi nei mesi di febbraio e marzo al Liceo Statale ” Niccolò Forteguerri” di Pistoia, le allieve e gli allievi di  due classi una terza dell’Economico Sociale e una seconda di Scienze Umane, hanno ciascuna/o scelto o meglio “adottato” un articolo della Carta dei Diritti della Lettura condividendo il perchè della scelta,  ricercando  e confrontando  sul messaggio dell’articolo letture, canzoni, film, quadri… sono scaturite belle discussioni in cui ognuno ha portato il proprio “sentire” in piena parità tanto che proprio da loro è venuta la richiesta di prolungare il nostro intervento con un ulteriore incontro non in programma. Abbiamo  così proposto di salutarci con  una “coperta” e il giorno stabilito le/ li abbiamo già trovate/i disposte/i in cerchio ed è stato un fantastico alternare di parole, righe, pagine tratte da canzoni ( Vasco Rossi, Fabrizio De Andrè, Eminem ), da scene  di film ( Chaplin, L’attimo fuggente ), da saggi (Gandhi), da poesie (Ungaretti, Leopardi,  Carducci, Ada Merini) ,  da romanzi   ( Sibilla Aleramo, Jane Austen, Chiara Parenti, Primo Levi, Italo Calvino, Fabio Volo, Marzia Sicignano, Charles Bukowski. Frances Burnett……..) e poi è stato veramente emozionante sentire “Io sono…” scandito  in arabo, russo e polacco da tre ragazze che hanno voluto  condividere  nella loro lingua!

Una ragazza infine, terminata la “coperta”, ci ha “confessato” le sensazioni provate : serenità  e condivisione scaturite, ha detto, dalla libertà di scelta  che noi “adulti” le avevamo trasmesso!

Anna Gennai

 

 

Annunci

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...