Lettura diffusa

Ce l’abbiamo fatta!

Sono anni che, all’interno della nostra vocazione a promuovere la lettura, inseguiamo l’idea di una Biblioteca speciale in cui i libri siano persone da incontrare, in cui ogni luogo urbano diventi un’occasione di lettura. Una piccola rivoluzione del tempo quotidiano strappato al mordi e fuggi per dilatarsi tra chiacchiere e commenti: non “che tempo fa?” ma: “lo hai letto? Cosa ti ha detto questo libro? Mi servirà?”.

I desideri che non si spengono covano brace anche sotto la cenere apparente. Questione di attesa, di tempi giusti. Questo tempo è arrivato. Tempo-persone incontrate. Simili. Affini. Associazioni che si muovono sul territorio romano nella stessa direzione.

Donne di carta ha lanciato l’amo. Senza uccidere nessuno. Pesca buona. Come quella al Luna Park dove vincevi un peluche, magari dopo cinquanta volte di prove.

Il territorio dell’Ottavo a Roma è meraviglioso. Le iniziative volontarie, spontanee si moltiplicano ogni giorno ma restano isolate, chiuse negli orti quasi condominiali dei propri quadranti urbani. Si trattava semplicemente di metterle in rete, di costruire un sistema di collegamento che rendesse visibile l’esistente e promuovesse il nuovo. Un altro dei nostri principali obiettivi.

Dopo una serie di incontri pubblici, tre associazioni si sono solidarizzate: Donne di carta, Fare Arte e 11Radio e hanno messo su un Coordinamento, Fare Città, il nome. Una pagina su Facebook, diversi tavoli di lavoro durante il 2017. Tante idee in cantiere e poi è partita la Biblioteca a Cielo Aperto.

Un sistema a rete di tutti i luoghi urbani che già praticano il bookcrossing o la vendita dell’usato e un appello a tanti altri a fare altrettanto. E quando diciamo luoghi urbani intendiamo: bar, tintorie, parrucchieri, orti urbani, autoscuole, librerie, centri anziani, scuole… i luoghi che frequentiamo ogni giorno, di fretta, per necessità.

Ma metterli a sistema non significa solo fornire ogni punto di libri, significa invece coinvolgerli anche in luoghi di produzione culturale attiva: eventi musicali, teatrali, presentazioni editoriali, laboratori, incontri… E soprattutto significa chiedere ad ogni punto di scegliere un orientamento tematico: non tutti i libri possibili, magari scaricati da qualche pazzo trasloco, ammucchiati o sparsi senza ordine, ma libri di un determinato tema: fantasy, storia, cucina… catalogati per benino.

Perché l’azzardo vero è proprio questo: costruire un Catalogo Municipale Tematico consultabile, incrementabile, che orienti il cammino delle persone sia nel cercare un libro sia nel portarlo. E l’azzardo continua: accostare al bookcrossing e all’usato in offerta anche la consultazione in loco e il prestito controllato

Bene. Ce l’abbiamo fatta! In questa prima fase siamo quasi 30. Ci chiamiamo BiblioCorner.

Procediamo per ogni passo insieme: tavoli di lavoro per studiare ogni mossa affinché essere in rete sia davvero un’economia del vantaggio ecosolidale. Abbiamo ottenuto, fin dall’inizio, il sostegno dell’Istituzione Biblioteche. E quello prezioso di tante altre associazioni che vivono il territorio: CheGuevara, Cittadinanzattiva Lazio…

Nel team del coordinamento di Fare Città sono entrati come partner il BiblioCaffè Letterario e l’Associazione Libra di Monica Maggi ormai esperta, con il suo Progetto “Pagine viaggianti” di circolazione libri e creazione di biblioteche.

Come Donne di carta, per ora, stiamo contribuendo anche alla raccolta libri, porta a porta. Cataloghiamo, inscatoliamo, distribuiamo. Prontissime nel prossimo futuro ad attivare per ogni BiblioCorner che vorrà le nostre persone libro, l’invenzione che abbiamo ereditato dal Proyecto Fahrenheit 451 e che ci caratterizza ormai da anni: le voci dei libri disseminate ovunque.

Il 18 marzo tutti i BiblioCorner riceveranno i libri desiderati in un incontro pubblico al BiblioCaffè Letterario. Lanceremo il Logo che stiamo aspettando come prodotto della creatività collettiva e disegneremo insieme questo modello urbano di lettura diffusa. Poi un grande appuntamento: il 23 aprile. Perché è la data che più ci appartiene.

E sarà l’occasione per leggere davvero la Città.

Il Blog di Biblioteca A Cielo Aperto.
I BiblioCorner e i Camminanti
Modulo Contatti

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...