Etica-mente

Domenica 8 giugno 2014

Ore 23 circa, oltre le ore 23
Manifestazione Eticamente
Tema: Il lavoro che c’è, che non c’è più e che ci potrebbe essere.
Cintello di Teglio Veneto (VE)

Articolo sulla Manifestazione

Articolo sulla Manifestazione

 

Terminato concerto di Remo Anzovino, travolti e incantati dalla sua musica, da un pianoforte che è parso, a tratti, trasformarsi in orchestra, in una estiva campagna-cattedrale laica notturna.
Magia della grande musica “d’autore”, eseguita da mani sapienti e da una grande anima sensibile e creatrice.
Incredibile Suite sul Vajont, Deriva, Tango… questi i “pezzi” che più ci hanno colpito, fra la bellezza di tutti gli altri (e chissà quali sono i titoli precisi).
Fila al tavolo di suoi “dischi” per chi vuole portarsi a casa “la sua musica”.
Ci si avvia alla conclusione di etica-mente con il tradizionale lancio delle lanterne.
Ci si avvia a recuperare le lanterne da lanciare.

Identificate, pur nella penombra, come Persone-libro, ci ferma con irruenza il vigile Ivan il grande, il neo-direttore artistico di etica-mente, giornalista de “Il fatto quotidiano”, comunicatore, regista del documentario su Peppino Impastato, carattere appassionato e molto schietto.
Ci ferma per bisogno e desiderio di chiarire e confermare il suo entusiasmo per la scelta di accogliere la presenza delle Persone Libro del Veneto Orientale a “eticamente”, su proposta-segnalazione originaria del nostro Massimiliano, parte dello staff.
Ci tiene a sottolineare che nel pomeriggio la performance delle PL è stata la migliore di tutte.
Il quarto testo soprattutto.
Il testo donato da una commossa – e commovente – grintosa Mariangela.
Panini, attuale assessore del Comune di Napoli ed ex segretario generale FLC, “Federazione Lavoratori della Conoscenza”, in quel frangente ospite sul palco, dopo aver ascoltato le PL, ha fatto richiesta, nel pomeriggio, a Ivan, di QUEL testo in particolare.
Ci eravamo accorti anche dal pubblico che quel testo in particolare lo aveva colpito.
Ci ha colpiti TUTTI moltissimo QUEL testo molto “etico”.
Ci ha stesi.
Come un pugno in faccia da K.O., anzi, una serie di colpi diretti al torpore della nostra coscienza.
Come un improvviso richiamo alla realtà, in un pomeriggio estivo afoso, in cui aneli solo ad abbronzarti al mare o a salire su fresche vette montane.
“Lavoro da morire”… libro scritto da più autori sulle morti nel lavoro.

Alla cena etica, insieme, tra noi, avevo chiesto indicazioni sul libro donato da Mariangela anch’io, incuriosito libro chiuso, smarrito e latitante da molte coperte.
E avevo scoperto che la mente della minuziosa, oculata e fruttuosa ricerca, con conseguente suggerimento e proposta, è Roberto, consorte della nostra Lucina, a riprova della fondamentale importanza del contributo di tutte le persone care che circondano una Persona Libro, in grado di trovare il coraggio e il fiato per prestare voce alla forza di righe scoperte, suggerite, amate o odiate, che si impongono alla cura e alla culla della memoria per essere donate.

Le parole donate e scagliate dalle Persone-libro hanno colpito ancora.
Tutte.
Grazie di trovare fiato e forza per diffonderle e donarle.

 

(persone libro del Veneto Orientale)

Advertisements

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...