La voce delle persone libro arriva a 2120 metri. Di altezza.

Cerco di farla breve. Domenica 16.6.2013 con due compagni della squadra di touch-rugby e altri quattro nuove concoscenze, partiamo alle 9.00 circa dal Rifugio Tolazzi (Forni Avoltri Ud, fraz. Collina, Alpi Carniche, altezza metri 1350) per fare l’anello dei tre rifugi  http://www.sentierinatura.it/EasyNE2/LYT.aspx?Code=SentieriNatura&IDLYT=1349&ST=SQL&SQL=ID_Documento=1059

L’idea era quella dei “pensieri ovali in alta quota”, fare un bel giro impegnativo fisicamente, e nella soste ai rifugi dire a memoria racconti di rugby, o altro, e facevo conoscere le persone libro.

Così infatti dopo circa due ore  al Passo Volaia, metri 1955, ho raccontato ai compagni di viaggio cosa fanno le persone libro.  Il vento si portava via le parole  di Toni il Pilone e i guanti di Isabel Allende (Afrodita), ma  il messaggio comunque arrivava.  Un po’ sotto a noi, sul versante austriaco, una cinquantina di metri, il lago Volaia, parzialmente ghiacciato. Incredibile.

Poi attacchiamo il sentiero attrezzato Spinotti, e dopo tre ore circa (quanti nevai abbiamo attraversato!)  arriviamo al Rifugio Marinelli , metri 2120. Pranzo: abbiamo distrutto un ecosistema di ungulati (caprioli).

La seconda parte dell’idea era di coinvolgere la gestora del rifugio, la mitica Caterina Tamussìn. Però  all’interno la confusione era troppa. Grazie all’appoggio di Fausto, che ha confidenza con questa burbera quarantenne, le ho chiesto se accettava un regalo fatto di parole.  E quindi, usciti all’aperto, ha ascoltato e sorriso alla Luisona di bar Sport. E si è mollata. Ci ha raccontato di aver conosciuto Erri De Luca durante un trekking in Nepal due anni fa, e che poi ha organizzato con lui una serata in rifugio, ma sono arrivate solo sei persone, e la sua delusione (di Caterina, non di Erri) è stata massima. Ma Caterina !? ci vogliono oltre due ore a piedi per arrivare al Marinelli ! Oppure un SUV.  Era presa, decisamente. Mi ha chiesto di dirle venti racconti allegri e uno triste di Mauro Corona,  ma io non lo conosco,  e in cambio le ho propinato i guanti di Allende.  E’ rimasta piacevolmente colpita dalla scintilla delle parole.

A questo punto ha invitato le persone libro a fare serata in rifugio. Insieme ai ragazzi  del touch – rugby.

Questa estate.

Ce la possiamo fare ? Datemi la vostra risposta affermativa, dài …………….

Pier

Pierluigi Martin

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Sandra Giuliani ha detto:

    “Non è una cosa che sia stata progettata fin dall’inizio. Ognuno aveva un libro che voleva ricordare e l’ha ricordato”… e se il “vento si porta via… le parole”, sul cucuzzolo del Mondo, le ripeteremo ancora e ancora… perché le parole volano.

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...