Testi e Pretesti. La ripresa della cellula di Bari

Una forza che sta nella grazia. Aspettavo questo momento da tanto. Una ricomposizione armoniosa di storie incrociate.
Mi è mancata troppo la conchiglia che accostavo all’orecchio per sentire ancora il rumore del mare. L’assenza di moto di danza e dolcezza che mi ricongiunge a quei miei tempi di bimba, in cui ascoltare storie e poesia mi faceva toccare il cielo e le stelle. La marea a volte è necessaria, solleva i bordi dell’acqua, permette di scandagliare i fondali e, mentre trascina via tutto con sè, può restituire inaspettatamente altre conchiglie a cui porgere l’orecchio, e parole nuove schiuse da una cova di voci, che internamente gridano per uscire. Io amo la cenere che si posa sulle ali dei gabbiani, è necessaria perché possano riapprezzare la bellezza del volo. Non mi interessa il pensiero confuso di chi vuole solo affondare. Il mio mondo vive degli occhi puri di chi sa respirare le aurore, e tutto il mio sangue va nella direzione di quegli sguardi assetati. Come il mio.
F.P.

bari-masseria-1

Masseria Santanna, ritrovo preferito della cellula di Bari

Annunci

One thought on “Testi e Pretesti. La ripresa della cellula di Bari

  1. ci siete mancate…questo è un bel ritorno!

    Mi piace

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...