Una Marcia per la Poesia

“I profeti portarono al nostro secolo
l’annuncio della devastazione
e queste esplosioni continue
queste nuvole contaminate
non sono forse l’eco dei loro versetti sacri?
O amico, o fratello, o consanguineo
quando arrivi sulla luna
scrivi la data della strage dei fiori”

L’8 gennaio 2010, prendendo in prestito il Titolo della raccolta poetica di Forugh Farrokhzad, appena tradotta in italiano da Faezeh Mardani: “E’ solo la voce che resta”, la cellula delle persone libro di Roma inaugurò, al Tuma’s Book Bar del quartiere San Lorenzo, una Marcia in difesa del popolo iraniano.

Dire a memoria i suoi versi ci ha consentito di conoscere la comunità iraniana presente a Roma che ha voluto restituirceli  in farsi  (la lingua persiana) accompagnandoci tappa dopo tappa, orgogliosa di far conoscere al popolo romano una  voce che si è sempre levata in difesa della libertà.

Ed è stato un dono interculturale intenso in cui siamo state noi, persone libro, a renderci conto di come la memoria e l’oralità e, soprattutto l’amore per la poesia, siano in Iran una tradizione culturale praticata da tutte le generazioni. E di come sia semplice far circolare culture diverse tramite il contatto diretto con le persone.

Abbiamo conosciuto in questo modo  Parisa Nazari – che è diventata una persona libro , Anna Vanzan, attenta studiosa della cultura iraniana contemporanea all’Università Ca’ Foscari, Fereydoon il libraio della libreria orientale Nima, Leila Karami, giovane studiosa. Abbiamo stretto un vero rapporto di stima e di amicizia con Faezeh Mardani, la traduttrice della raccolta, docente all’Università di Bologna, che ci ha accompagnato passo dopo passo. E, infine,  abbiamo costruito con il gruppo musicale Navà Ensemble una vera maratona persiana di musica e di voci.

In questa Marcia  la poesia di Forugh è andata ovunque, anche fuori dai confini urbani (a Giulianova- Abruzzo, ad Arezzo) con diverse iniziative all’interno delle Biblioteche o, semplicemente, in piazza appoggiando la Campagna Nastri verdi ROBANHAYE SABZ promossa dalla Casa internazionale delle donne.

L’esordio della Marcia al Tuma’s- 8 gennaio 2010- con il testo in farsi

Sempre al Tuma’s

Tuma’s- Inedito in farsi regalato dal librario Fereydun (Nima) per l’occasione

La Marcia ad Arezzo – 14 gennaio 2010 – con il testo in farsi

In piazza per difendere i diritti delle donne iraniane e di tutte le donne del mondo – marzo 2010

Biblioteca Rispoli con il debutto della persona libro iraniana – maggio 2010

 Biblioteca Rispoli – una poesia in coro con il pubblico

Concerto Yar Ensemble – vicolo Savelli 9 – Roma

Annunci

Cosa ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...